L'associazione

Dalla Presa Di Coscienza Alla Fase Propositiva

La rapida evoluzione negli ultimi anni delle realtà aziendali verso processi produttivi complessi, ad elevato contenuto tecnologico ed intellettuale, ha sancito l’affermazione dei Quadri come gruppo sociale emergente, portatore di valori peculiari ed autentici: valori etici del lavoro, della professionalità, dell’efficienza e dell’impegno personale nell’assunzione di specifiche responsabilità amministrative, tecniche e gestionali.

Contemporaneamente i Quadri hanno preso coscienza della propria identità, del proprio peso all’interno del sistema produttivo e, quindi, dell’esigenza di tutelare il proprio interesse all’interno delle Aziende ed in campo nazionale.

 

Il Riconoscimento Giuridico, Il Contratto Nazionale

Dopo alcuni anni di battaglie si raggiunge il primo obiettivo, cioè il riconoscimento giuridico della categoria, con l’emanazione della legge 190, che modificò l’art. 2095 del codice civile. Il secondo obiettivo era ed è il contratto nazionale.

Con la legge 190 si apriva una nuova era nelle relazioni industriali, in quanto nessuna organizzazione sindacale poteva arrogarsi il diritto di «organizzazione maggiormente rappresentativa» per una categoria di lavoratori non ancora precedentemente definita.

Per questo è necessario rafforzare sempre più la nostra rappresentatività.

Un invito, quindi, a tutti i Quadri operanti nel Trasporto Aereo e nell’Aviazione Civile ad aderire alla nostra Associazione.

Douglas-DC-6-I-DIME---Patrizio-Cartia.jpg

Le foto dell’Alitalia sono state gentilmente concesse dall’Associato
Patrizio Cartia